menu

DIGITAL MAGICS E 56CUBE: INGRESSO IN CAMBIOMERCI.COM, IL SISTEMA DI SCAMBIO DI PRODOTTI E SERVIZI TRA AZIENDE

DIGITAL MAGICS E 56CUBE: INGRESSO IN CAMBIOMERCI.COM,  IL SISTEMA DI SCAMBIO DI PRODOTTI E SERVIZI TRA AZIENDE

L’incubatore per il Sud Italia di Digital Magics entra nell’assetto azionario della startup innovativa, che permette alle imprese italiane di acquistare e vendere senza liquidità con moneta complementare 

Grazie al supporto di 56CUBE e di Digital Magics, Cambiomerci.com rinnoverà la piattaforma tecnologica, amplierà il proprio circuito e punterà a diventare il primo sistema di pagamento complementare in Italia, rafforzandone la leadership

Salerno, 22 luglio 2014 56CUBEventure incubator di startup digitali nel Sud Italia, nato all’interno di Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative quotato su AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM) – ha acquisito una quota del 12% di Cambiomerci.com, piattaforma del baratto aziendale moderno, che permette alle imprese di vendere e comprare prodotti e servizi tra di loro, senza transazioni di denaro liquido, ma con una moneta complementare.

Con questa operazione, Digital Magics e 56CUBE aggiungono la startup innovativa all’interno del proprio portfolio, e supporteranno Cambiomerci.com con i servizi di accelerazione dei business digitali per lo sviluppo della neoimpresa. 56CUBE avrà la possibilità di salire fino al 20% di Cambiomerci.com, in base ai risultati raggiunti.

La piattaforma web di Cambiomerci.com sarà rinnovata dal punto di vista tecnologico con strumenti e funzionalità innovativi, e nelle prossime settimane sarà rilasciata anche una nuova veste grafica. I due incubatori metteranno a disposizione della startup il proprio network di relazioni italiane e internazionali, con l’obiettivo di ampliare il circuito di Cambiomerci.com con oltre 5.000 aziende. Cambiomerci.com rafforzerà il proprio posizionamento sul mercato e punterà a diventare il primo sistema di pagamento complementare in Italia, integrandosi all’interno del sistema di pagamento tradizionale e rispondendo all’esigenza di coniugare l’attuale momento storico di crisi economica con le straordinarie opportunità di crescita del digitale.

Cambiomerci.com si basa sul modello di business innovativo del Barter System (sistema del baratto) e dà la possibilità alle imprese associate di acquistare materie prime, semilavorati, prodotti finiti e servizi da altre aziende, pagando con i rispettivi prodotti e servizi. Su www.cambiomerci.com è possibile lo scambio in una logica di multilateralità: chi vende ottiene monete complementari utilizzabili per acquisti, da effettuare anche in tempi successivi, e non necessariamente con la stessa impresa con cui è avvenuto lo scambio, ma solo con le aziende che offrono ciò di cui si ha bisogno. Il meccanismo, garantito dalla scadenza di crediti e debiti, consente sia di ottenere beni in assenza di liquidità che di smaltire giacenze evitando il ricorso all’indebitamento.

A luglio 2014 Cambiomerci.com è stata scelta dall’Università di Liverpool come unica realtà italiana per la realizzazione di una ricerca della Faculty of Business Administration sulla moneta complementare in Italia e sul suo utilizzo nell’ambito del commercio aziendale. Quest’anno la startup ha ottenuto una menzione speciale da Working Capital Accelerator 2014, programma di Telecom Italia. A gennaio  2014 Cambiomerci.com è stata selezionata da Confindustria per entrare a far parte di AdottUp, il programma della Piccola Industria Confindustria per l’adozione delle startup da parte delle PMI.

Francesca Scarpetta, Fondatore e Direttore Generale di Cambiomerci.com ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di entrare a far parte del portfolio di Digital Magics e 56CUBE. Grazie al loro supporto riusciremo a diventare la prima moneta elettronica complementare in Italia e ad arricchire il nostro network di aziende associate. Con il CEO Antonio Leone abbiamo fondato la startup tre anni fa e siamo già riusciti a ottenere risultati positivi in termini di fatturato. Cambiomerci.com rappresenta un’opportunità unica per le piccole e medie imprese italiane che devono affrontare crisi di liquidità e di ordinativi, altissimi livelli di inflazione e concessione del credito in calo da parte delle banche”.

Gennaro Tesone, CEO di 56CUBE e Partner di Digital Magics dichiara: “Oltre ad avere un modello di business ‘disruptive’, Cambiomerci.com diventerà una leva fondamentale per i nostri incubatori, una vera e propria infrastruttura. Per Digital Magics e 56CUBE avere un proprio sistema di pagamento complementare all’interno significa offrire alle startup innovative digitali, che nei primi anni di vita hanno poca liquidità, uno strumento importantissimo per accelerare ancora di più la crescita delle neoimprese”.

IL MERCATO DEL BARTER: 7 MILIARDI DI DOLLARI E 500.000 AZIENDE NEGLI USA

Il modello di business del Barter System si ispira al sistema europeo della banca svizzera WIR, fondata nel 1934 come conseguenza della crisi economica mondiale scoppiata nel 1929. L’idea di questo circolo economico era quella di contrastare la scarsa liquidità derivante dalla sovrapproduzione, utilizzando una specie di baratto aziendale e operando senza far ricorso al denaro contante. Dopo circa 80 anni dalla fondazione, nel 2013 sono oltre 50.000 le piccole medie imprese che hanno aderito al sistema di compensazione WIR, e hanno realizzato 1,43 miliardi di franchi come transazioni[1].

A livello mondiale il mercato del Barter è abbastanza suddiviso negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda, Australia ed Europa, e non presenta un operatore leader. Secondo le stime IRTA (International Reciprocal Trade Association) – associazione che riunisce i principali attori mondiali del Barter – ogni anno il Barter System registra fra i 12 e i 14 miliardi di transazioni[2], e il settore della moneta complementare è stimato fra l’1% e il 5% dell’intero mercato.

Solo negli USA invece ogni anno le stime segnalano 7 miliardi di dollari di transazioni e 500.000 aziende coinvolte[3].

Questo Comunicato è online su www.digitalmagics.com nella sezione Investor Relations – Comunicati Stampa.

 

Cambiomerci.com – cambiomerci.com

Cambiomerci.com è un circuito di credito commerciale tra aziende: una piattaforma del baratto aziendale moderno che permette di vendere e comprare beni e servizi tra di loro. In 2 anni di attività la startup innovativa ha associato 450 imprese in tutta Italia, permettendo lo scambio, attraverso moneta complementare, di prodotti e servizi di oltre 50 categorie merceologiche: dal food al beverage, dall’arredamento all’immobiliare, dal turismo all’automotive, dalla formazione alla consulenza, dall’organizzazione di eventi alla pubblicità, ecc… Il principio che ne è alla base è quello del “Barter” o “Corporate Barter” o “Barter Trading”: una pratica commerciale che consente alle piccole e medie imprese lo scambio multilaterale di beni o servizi in compensazione. Il termine inglese, tradotto letteralmente con “baratto”, allude allo scambio di merci come strumento economico usato nell’antichità prima dell’avvento della moneta, ma il suo attuale carattere innovativo consiste nella multilateralità dello scambio attraverso l’assunzione di crediti da parte di chi vende, e di debiti da parte di chi acquista, nei confronti di aziende interne a un circuito, crediti che sono utilizzabili per altre vendite e altri acquisti da effettuare in tempi successivi. Questo meccanismo consente la fluida circolazione degli scambi, garantita dalla scadenza di crediti e debiti all’interno del circuito.

56CUBE – www.56cube.it

56CUBE è un venture incubator di startup innovative digitali. Nasce nel 2012 all’interno dell’incubatore certificato di Milano Digital Magics – quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM) –  riproponendone il modello nel Sud Italia. 56CUBE affianca i neoimprenditori del territorio, aiutandoli a trasformare le proprie idee innovative, ad alto contenuto tecnologico, in aziende di successo. 56CUBE, sostenendo l’innovazione nel Mezzogiorno, contribuisce a creare occupazione giovanile e crescita economica. L’incubatore è impegnato attivamente nella ricerca di talenti e creatori, e di capitali e investitori per finanziare le neoimprese. La sede della società è a Fisciano (SA), a pochi metri dall’Università degli Studi di Salerno, con cui ha instaurato una forte sinergia e ne condivide ricercatori, risorse, laboratori e attività di ricerca e sviluppo per dar vita all’ecosistema territoriale dell’innovazione. Le prime startup incubate all’interno di 56CUBE sono: YOUng, progetto di editoria indipendente direttamente finanziato dagli utenti con il crowdfunding, SkillMe, network digitale di professionisti, Buzzoole, ottimizza l’influenza online degli utenti e rivoluziona le digital PR per i brand, Intertwine, piattaforma per la condivisione multimediale di prodotti editoriali, Eclettica, sviluppa soluzioni System Integration e software personalizzate, e Cambiomerci.com, piattaforma di scambio di prodotti e servizi fra aziende.

Digital Magics – www.digitalmagics.com

Digital Magics è un venture incubator certificato di startup innovative digitali, che propongono contenuti e servizi ad alto valore tecnologico. Digital Magics è quotato su AIM Italia, Mercato Alternativo del Capitale dedicato alle piccole e medie imprese italiane ad alto potenziale di crescita, organizzato e gestito da Borsa Italiana. Digital Magics costruisce e sviluppa internet startup affiancandosi ai fondatori, investendo capitale proprio e fornendo i servizi di accelerazione. Parte dai talenti e dalle idee, trasformandole in business disruptive e di successo nella digital economy italiana e internazionale. L’incubatore promuove la cultura dell’imprenditorialità e del rischio, contribuendo alla crescita economica e all’occupazione per i giovani. Digital Magics offre servizi per sostenere l’innovazione, la nascita e lo sviluppo di startup digitali, e le supporta nella ricerca di nuovi investitori privati e pubblici, italiani e internazionali, che finanzino le successive fasi di sviluppo. Il modello Digital Magics è unico in Italia e si basa sul Digital Magics LAB: il team che identifica, analizza e lancia le nuove iniziative, fornendo alle startup innovative servizi di accelerazione dei business digitali per lo sviluppo dell’impresa. Digital Magics ha nel proprio portfolio oltre 45 partecipazioni in startup. Ha realizzato 6 exit, e solo 4 write-off. L’incubatore ha investito fino a oggi circa 13 milioni di Euro, di cui 5 milioni provenienti dalle exit. Attualmente l’investimento medio è di circa 300.000 Euro.

Integrae SIM agisce in qualità di Nomad e Specialist ai sensi del Regolamento Emittenti AIM Italia. Per la trasmissione delle comunicazioni Digital Magics si avvale del circuito SDIR-NIS, gestito da BIt Market Services, società del Gruppo London Stock Exchange.

Per ulteriori informazioni:

Digital Magics – Ufficio Stampa

Giorgio Bocchieri – Mail: giorgio.bocchieri@digitalmagics.com

Tel. 02 52505202 – Mob. 334 6853078

IR Top – Comunicazione finanziaria e istituzionale

Floriana Vitale – Mail: f.vitale@irtop.com

Domenico Gentile – Mail: d.gentile@irtop.com

Tel. 02 45473884

Integrae SIM –  Nomad

Luca Di Liddo  – Mail: luca.diliddo@integraesim.it

Tel. 02 78625300 – Mob. 334 6501346

Cambiomerci.com – Ufficio Stampa

Nadia Merlo Fiorillo – Mail: n.merlofiorillo@cambiomerci.com

Tel. 02 87186280


[1] Fonte: WIRPLUS, Rivista ufficiale della Banca WIR, aprile 2014

[2] Comprende i dati di Corporate Barter, Barter, scambi commerciali, WIR e organizzazioni di moneta complementare.

[3] Fonte: Convention annuale IRTA, settembre 2013.